lunedì 10 settembre 2007

V-Day di Beppe Grillo

Grandissimo successo del V-Day in tutta Italia. L'iniziativa di Grillo è stata lanciata due mesi fa sul web e sabato 8 Settembre sono state raccolte circa 300000 firme per una legge che impedisca l'elezione di condannati.
I media non hanno parlato assolutamente del V-Day prima dell'8 Settembre e nonostante tutto, semplicemente grazie ai blog e ai fantastici passaparola, le piazze italiane erano stracolme....addirittura in piazza Maggiore a Bologna vi erano 50000 persone.
Il post V-Day ha scatenato tante polemiche, soprattutto dopo un video proiettato riguardo la legge Biagi. Ecco il video:



Queste 300000 firme permetteranno agli italiani di avere una legge che faccia uscire dal Parlamento i 25 deputati condannati in via definitiva? Si riuscirà almeno ad ottenere una legge che impedisca l'ingresso in Parlamento a chi è stato condannato e a chi è in attesa della Cassazione?
Speriamo di sì!!!

Inoltre, volevo mostrarvi un vecchio video di Grillo che ho rivisto di recente che non è mai andato in onda nelle tv italiane. Risale al 2005, ma è molto vero e simpatico.
Buona visione.

3 commenti:

Salvatore Savarino ha detto...

Ho dimenticato di inserire il discorso fatto da Beppe Grillo che ne vale la pena di leggere.
Lo trovate direttamente sul suo blog....qui http://www.beppegrillo.it/2007/09/piazza_maggiore.html#amico

Danilo ha detto...

Nonostante il contratto a progetto non mi sento uno "schiavo moderno" ma non perchè quello che dice Grillo non sia vero, solamente perchè ho l'idea di schiavo come colui che fa' fatica fisica sotto il sole. Però è vera la sensazione che ti senti addosso che per ogni giorno di ferie che chiedi, è un favore che ti fanno, e non un tuo diritto, che ogni giorno quando entri a lavoro ti senti perennemente messo alla prova perchè sai che se non rendi più di quello che il tuo capo stesso si aspetta rischi che non ti rinnovino il contratto... E' un modo di vivere al quale forse ci si abitua col tempo ma che effettivamente a lungo andare logora la mente. L'aggettivo "precario" non poteva che essere più azzeccato...
Ma il precariato non si limita al lavoro, influenza tutto, io non posso dire cosa faro domani, dove sarò domani, non ho garanzie. Forse a 22 anni è ancora accettabile, forse la stabilità e la sicurezza mi spaventerebbe pure, ma mi rendo conto che io, come alcuni di voi, abbiamo bruciato le teppe, ma per gli altri non è così e il precariato è davvero un Problema con la P maiuscola.

Sono contento di aver messo quella cazzo di firma sabato al V-day perchè se un giorno le cose cambieranno mi sentirò orgoglioso perche nel mio piccola sarà stato pure merito mio.

Salvatore Savarino ha detto...

Ringrazio fin da ora chi ha firmato.....grazie Danilo, io per vari non sono riuscito a firmare...sorry

Refferer