sabato 3 novembre 2007

Qualcuno ha trovato la soluzione...

La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.
Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo, e così tricchete
tracchete il trauma è bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai
migliorando giorno dopo giorno.
Poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare
in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare
del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe
scompaiono.
Poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.
Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane da sfruttare
adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari
per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici,
senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finchè non sei bebè.
Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che
ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li
passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con
room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i
coglioni.
E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.

Woody Allen
(La tentazione di spacciarla per una mia pensata è stata forte,ma se poi qualcuno non ci avesse creduto ci sarei rimasta troppo male!!!)

12 commenti:

Marco Sp ha detto...

E.. Ma qulcuno potrebbe concludersi altro che in un focoso orgasmo... Ma in un asettico freezer!! Brrr

Sarah ha detto...

...E io che ti facevo una persona positiva!...A questo finale io e Woody non ci avevamo pensato..
Si vede che abbiamo una visione più "calda"della (nuova)vita.:P

Alberto ha detto...

In freezer o no, io personalmente sarei disposto a tentare. Il problema fondamentale è quello dello studio: come faccio a lavorare se a malapena riesco a parlare??? Il fatto di vivere la vita al contrario implica che la conoscenza la perdo con l'avanzare del tempo? Post interessante. Bye!

sarah ha detto...

Dunque Alberto,il lavoro lo fai da adulto,quindi sai parlare benissimo;il bello � che farai lavori sempre meno impegnativi,quindi ti riposerai gradualmente,finch� non inizierai a studiare:e qui viene il bello,perch� tu partiresti dal sapere tutto e piano piano torneresti indietro con le conoscenze...risultato fatica zero!
Pi� ci penso,pi� questo sistema mi piace :)

Marco Sp ha detto...

mmm cosi i prof la smetterebbero di ripeterci che si va a scuola per imparare!!
però... nn mi piace il fatto che oggi faccio un esame.. e domani sarò in ansia per come andrà l'esame di ieri...
poi al primo giorno di scuola.. sarà l'ultima volta che vedro certi compagni...
e poi un ottantenne cardiopatico... puo anke morire sciogliendosi in un orgasmo!!

Steo ha detto...

Qualcuno vi ha mai spiegato che Woody Allen è un comico? Di solito i comici fanno quelle che in gergo si chiamano "battute"...:D eheheh!^^

Danilo ha detto...

Beh però chi è destinato a vivere una vita breve non può godersi i soldi della pensione etc etc, si troverebbe ad iniziare, che ne so, a 40 anni!


@Steo: Qualcuno ti ha mai parlato di immaginazione? Di sogni ad occhi aperti? Oppure tu prendi in considerazione solo stimoli che provengono da filosofi o pseudo tali?

Marco Sp ha detto...

credo che il "COMICO" abbia detto cose molto piu inteligenti e sensate nelle sue battute, che steo con le sue perle di saggezza di inconfondibile valore!

Alberto ha detto...

Godersi i soldi della pensione??? Ahahahaha!!! Dani la nostra pensione esagerando sarà di 500 euro al mese. Con le riforme attuali stiamo con il culo per terra. Steo, sicuramente stavi ironizzando, ma sembra che in questo periodo siano proprio i comici a dire la verità (vedi Grillo).

Marco Sp ha detto...

ei ma...
se qualcuno per esempio nella morte trova il sollievo dopo che la moglie per 47 anni gli ha succhiato l'anima?

e se mi sparassero? che succede?

la vita al contrario puo cambiare?
devo sottostare al destino?
esiste il libero arbitrio?

Steo ha detto...

Si stavo solo scherzando infatti...ma ho come il presentimento di non essere più visto di buon occhio da queste parti. Peccato. A presto!

Sarah ha detto...

Il problema,rifettendoci bene,è se sia meglio finire la vita quando proprio non ne puoi più e rimpiangi i bei tempi di quando eri giovane,oppure lasciarla nel bel mezzo del più totale divertimento e della beata incoscienza infantile...mi sa che non so più scegliere...

Refferer